logo

The Open Program a Pistoia

Photos : Piotr Nykowski – Poza Okiem

 

3-8 Aprile 2018 RESIDENZA ARTISTICA

Per la prima volta il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards approda al Funaro: il gruppo Open Program guidato da Mario Biagini, direttore associato del Workcenter terrà una residenza di una settimana a Pistoia realizzando diverse attività pubbliche incentrate, seppur in modo diverso l’una dall’altra, sul tema dell’incontro attraverso l’arte. La residenza comprenderà un workshop dedicato al canto guidato da Mario Biagini e i suoi colleghi, una presentazione dello spettacolo The Hidden Sayings e un Incontro cantato, libero e gratuito, aperto alla partecipazione di tutti senza limitazioni. Completerà il programma una tavola rotonda sulla funzione sociale del teatro oggi.

 



Programma

Martedì 3 / Mercoledì 4 / Giovedì 5 / Venerdì 6 Aprile 2018 ore 18.00 – 20.30
Workshop dedicato al canto: Verso un Incontro cantato

Il workshop darà ai partecipanti la possibilità di entrare in contatto con l’approccio al canto sviluppato al Workcenter, così come specificamente declinato nella pratica dal gruppo guidato da Mario Biagini. Durante il workshop si insegneranno canti provenienti dalla tradizione afro-americana e afro-ispanica, che sono alla base della ricerca di Open Program, nonché canti medio-orientali. Inoltre, si lavorerà coi partecipanti su una possibilità di incontro attraverso il canto, la danza, e semplici elementi di relazione reciproca all’interno del contesto di una sessione di canto. Il workshop darà ai partecipanti alcuni strumenti per partecipare attivamente all’Incontro cantato, un incontro pubblico che si terrà domenica 8 aprile, a conclusione della residenza.
Il workshop è aperto a tutti, professionisti e non, con o senza esperienza nell’ambito del canto e della danza. Non ci sono limiti di età.

 

Sabato 7 aprile h. 21.00
LE PAROLE NASCOSTE (THE HIDDEN SAYINGS) 

Diretto da Mario Biagini | con Mario Biagini, Agnieszka Kazimierska, Pauline Laulhe, Eduardo Landim, Felicita Marcelli, Daniel Mattar, Jorge Romero Mora, Graziele Sena Da Silva

Lo spettacolo Le parole nascoste è un’esplorazione creativa basata sull’interazione fra canti del Sud degli Stati Uniti, appartenenti alla tradizione afro-americana, e testi legati all’origine della Cristianità, tradotti principalmente dal copto e provenienti dalla regione comprendente l’Egitto, il Medio Oriente e la Grecia.
I canti liturgici della tradizione nera presentano qualità che aprono possibilità di riscoprire vie di trasformazione e contatto. Così anche i testi della prima Cristianità, che ci chiamano come voci familiari ma dimenticate.
Le parole nascoste interroga i testi e i canti. Quale può essere per noi oggi la funzione di questi canti e di questi testi che sono entrambi, sebbene in modi diversi, alle radici mitiche della cultura in cui viviamo? Che cos’è per noi la natura di ciò cui fanno eco? Quali sono i processi che essi mettono in moto e il senso dell’evento cui danno vita? Come può la qualità di questi processi circolare e raggiungere le persone che ci stanno intorno?
Il potenziale che questo lavoro esplora si manifesta attraverso elementi fondamentali, semplici e complessi a un tempo: azione, contatto, parola viva, canto, danza. Intuiamo che la natura di questo lavoro potrebbe creare le condizioni perché un incontro possa avere luogo.

 

Domenica 8 aprile h. 16.00
ARTE E CITTADINANZA ATTIVA 
RIFLESSIONI SULLA FUNZIONE SOCIALE DEL TEATRO OGGI 
Mario Biagini e altri ospiti 

Quando il discorso politico e socio-culturale che ci circonda diventa sempre più imperniato sull’odio e sulla paura, che strumenti abbiamo a disposizione come artisti e soggetti attivi in campo culturale per reagire a tale retorica? Può l’arte provocare occasioni di incontro capaci di restituire valore alla relazione tra esseri umani, che sappia proporre una cultura diversa da quella sempre più dominante dell’egoismo e dell’esclusione? A partire dalle proprie discipline e ambiti di azione Mario Biagini ed altri ospiti svilupperanno una riflessione a più voci sulle possibilità dell’arte e della cultura di provocare risposte efficaci all’attuale scenario sociopolitico.

                            

Domenica 8 aprile h. 21.00
INCONTRO CANTATO

Coordinato da Mario Biagini | con Mario Biagini, Thomas Gasser, Agnieszka Kazimierska, Pauline Laulhe, Eduardo Landim, Felicita Marcelli, Daniel Mattar, Jorge Romero Mora, Graziele Sena Da Silva

L’Incontro cantato è un evento performativo di natura partecipativa con una struttura fluida composta da canti tradizionali, per lo più della diaspora africana, con elementi di danza e frammenti di testo.
Questo incontro, guidato da un nucleo di artisti preparati, permette alle persone di entrare in contatto l’una con l’altra e con se stesse attraverso il canto, la danza e la semplice presenza in un contesto partecipativo.
Grazie al suo carattere di evento libero e gratuito, aperto a tutti senza limitazioni e che permette una partecipazione da parte del pubblico a prima vista semplice, ludica e rilassata, lIncontro cantato riunisce persone con retroterra socio-economici diversi in uno spazio sicuro per sperimentare cosa significhi prendersi cura di un incontro e di un agire condiviso: i partecipanti diventano co-creatori di un’opera d’arte che va oltre le diversità culturali e sociali, favorendo la creazione di uno spazio di riconoscimento e interazione nel rispetto di sé e degli altri, e mettendo in discussione i nostri preconcetti su che cosa siano comunità, appartenenza, identità, diversità.

 

Informazione e prenotazione:
Tel/fax: 0573/977225
Email: info@ilfunaro.org
http://www.ilfunaro.org/?p=9270