logo

Pontedera Movement

PONTEDERA MOVEMENT: UN MANIFESTO PER RIMETTERE IN MOTO LA CULTURA IN CITTA’
(si scrive “pontedera movement”, si dice [/ponteˈdɛːra/ /ˈmuːvmәnt/]

Movimento: Atto di mettersi in moto per spostarsi/spostare qualcosa.

Pontedera Movement nasce per porre in questione l’idea stessa di cultura come oggetto, libro, spettacolo, edificio o pensiero, e per incoraggiare la vita culturale della comunità di Pontedera. Siamo convinti che una cultura attiva e viva sia una pratica di incontro e scambio.
Vogliamo incontrarci nel territorio di un desiderio condiviso, un desiderio che nasce dal bisogno di fare insieme qualcosa di significativo.
Un movimento di persone, di energie, un viaggio a cui tutti possono prendere parte come presenza pulsante e viva in città.
Per fare questo, vogliamo spingerci fuori dai recinti in cui, volenti o meno, le nostre risorse creative tendono a rinchiudersi e ci chiediamo se altri come noi vogliano fare lo stesso.

È essenziale per noi reagire a tale comoda tendenza con un movimento opposto: creare le circostanze in cui scambi e incontri, in sintesi una cultura attiva, possano attecchire e gioiosamente proliferare.

Pontedera Movement propone quindi un manifesto d’intenti che si basa su alcune parole chiave:

COLLABORARE: sfidare le competenze di cui siamo portatori, desistendo dal custodirle gelosamente, ma anzi lavorando insieme per farle crescere, metterle a disposizione, farle circolare in ambiti a cui non sono necessariamente destinate, sganciarle dal monopolio degli addetti ai lavori. Favorendo la circolazione di nuove idee e spunti creativi, evitare l’isolamento, l’autoreferenzialità, costruire qualcosa di nuovo e più grande di ciò che ciascuno sarebbe in grado di fare da solo.

POPOLARE: mettere in discussione l’idea di cultura come presenza sporadica ed occasionale nella vita della comunità renderla accessibile, più vicina alla quotidianità, sia dal punto di vista della fruizione sia, soprattutto, da quello della partecipazione,
Ma anche popolare come verbo: portare la cultura anche nei luoghi non tradizionalmente deputati ad essa, ri-popolarli di contenuti e relazioni, e rimettere in circolo un pieno di idee, energie, iniziative, persone.

VALORIZZARE: dare visibilità a chi non ne avrebbe. “Trasformare tanti piccoli granelli di sabbia in un vortice”: rivolgendosi a tutti i cittadini che vogliano prendervi parte per nutrire la vita creativa della comunità, valorizzare i luoghi, i tempi e le energie della città contribuendo a mantenerla viva e attiva.
Valorizzare l’immaginazione, la creatività, l’investimento di desideri e idee che non aspettano un ritorno immediato, ma sanno anzi cogliere quest’opportunità di incontro e di crescita, di creazione di massa critica.

Pontedera Movement, infine, non vuole essere un movimento effimero ma darsi prospettive a
medio e lungo termine: mantenere vivi gli intenti e le iniziative nel corso del tempo, costruire una rete sul territorio aperta a nuove proposte e a nuovi impulsi, e scoprire i processi efficaci per articolare le possibilità del movimento stesso in forme concrete di collaborazione.

Per creare movimento, comincia a muoverti!