logo

Invito al Canto a Pontedera

photo : Agata Patola

 

Invito al Canto: un Seminario Libero di Canto e un Incontro Cantato a Pontedera

I prossimi appuntamenti sono a Pontedera: un Seminario Libero di Canto venerdì 10 febbraio dalle 19 alle 21, all’Oratorio San Luigi in Via della Misericordia 42, e sabato 11 dalle 17 alle 19 un Incontro Cantato, nell’atrio della vecchia Coop, la cosiddetta Coppina, a due passi dalla stazione ferroviaria di Pontedera.

Come sempre, si tratta di sessioni gratuite e aperte a tutti. Si può decidere di prendere parte attivamente, con il canto o la danza, o sostenere quello che succede guardando, con la propria presenza. Qui sotto troverete se volete altre informazioni sul nostro Invito al Canto, sul Seminario e sull’Incontro.

Vi aspettiamo a Pontedera!

Se questa volta non potete venire, assicuratevi di informare qualche amico, cosi’ uno di loro verra’ a trovarci. E’ un modo semplice di fare qualcosa assieme.

A presto,

L’Open Program

————————–

INVITO AL CANTO

È un invito rivolto a tutti, senza limitazioni.

La partecipazione a tutte le attività è libera e gratuita.

Siamo l’Open Program, un gruppo di artisti proveniente da varie parti del mondo. Siamo una delle due squadre del Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards, e la base da cui partiamo per la nostra attività internazionale si trova vicino a Pontedera.

Abbiamo iniziato a creare occasioni di incontro per far conoscere quello che facciamo e per sviluppare la nostra presenza anche a livello locale, soprattutto nella zona Firenze-Scandicci-Pontedera in maniera concreta e semplice.

Vi proponiamo e proporremo opportunità di incontro ogni volta che siamo e saremo a casa, qui in Italia.

I prossimi appuntamenti: venerdì 10 e sabato 11 febbraio a Pontedera consisteranno di un Seminario Libero di Canto e di un Incontro Cantato.

Durante il Seminario Libero di Canto insegniamo alcuni dei nostri canti, in maniera semplice e rilassata, e alcuni elementi del nostro lavoro cui si può accedere intuitivamente. Il Seminario prepara l’Incontro Cantato del giorno seguente.

L’Incontro Cantato è aperto a tutti – non solamente a chi ha preso parte al Seminario Libero. Accoglie persone di ogni età, provenienza, cultura. In maniera molto semplice riprendiamo i canti del giorno prima e altri, e li cantiamo assieme, questa volta senza interruzioni. Si può prendere parte attivamente, entrando in azione attraverso il canto e la danza, o accompagnare il canto stando più in disparte, o semplicemente sostenere l’incontro con la propria presenza, discretamente. Se volessimo usare un linguaggio teatrale potremmo dire, per analogia, che se il Seminario Libero è come una prova, l’Incontro Cantato è l’opera, che però in questo caso è sempre nuova.

Ma questo linguaggio non aderisce completamente a quello che facciamo: stiamo cercando nuovi modi di relazione, di interazione, di azione, che abbiano senso per noi e per voi al di là della relazione attore/spettatore.

Non è necessario aver preso parte al Seminario per partecipare all’Incontro Cantato. Si può scegliere di essere presenti a entrambe le serate o solo a una. Ed è possibile arrivare dopo l’inizio di una sessione e andare via prima della fine .

L’Incontro Cantato ci dà la possibilità di esplorare una creazione artistica fluida, partecipativa, con semplici elementi strutturali e di comportamento, una forma d’arte forse dimenticata, in cui ogni partecipante rinuncia al suo anonimato e diventa co-autore responsabile e consapevole della qualità dell’incontro. Quasi una forma d’arte specifica, sui generis, con le sue regole da scoprire, aperta alla partecipazione dei presenti, ma non di meno organizzata ed efficace.

Vorremmo incontrarvi regolarmente, e per questo abbiamo iniziato a contattare, nell’area Firenze-Scandicci-Pontedera, gruppi, associazioni, comunità che si dedicano al canto, e persone che si ritrovano per cantare in cori, gruppi di amici, scuole.

Cerchiamo giovani interessati al teatro, ensemble amatoriali di teatro, studenti, appassionati e aspiranti attori che considerino il canto parte della loro pratica artistica o ne siano incuriositi.

Cerchiamo associazioni di volontariato che utilizzano la pratica del canto come strumento in campo pedagogico, sociale, terapeutico, o come mezzo di educazione civica permanente.

Cerchiamo persone che, pur non praticando il canto in maniera regolare, percepiscano la possibilità di un incontro attraverso il canto, o che ritrovano nel canto una capacità di ascolto non alienata, altrimenti sommersa dall’attività quotidiana.

Vorremmo conoscervi, mettervi al corrente – in modo semplice e pratico – di quello che facciamo e cerchiamo, e scoprire assieme a voi che cosa sia possibile sviluppare in Toscana, a Firenze, Scandicci, Pontedera, nei vari luoghi a cui abbiamo o avete accesso.

Vorremmo visitarvi nei luoghi dove vi incontrate, o accogliervi da noi a Pontedera, o vedervi nelle occasioni pubbliche che organizzeremo.

La vostra partecipazione ai Seminari Liberi e agli Incontri Cantati ci mostra una possibilità. Queste occasioni sono un passo importante su una strada che ci attira, una strada che continuiamo a percorrere ogni volta che siamo qui in Toscana.

Dunque continueremo a tenere Seminari Liberi, in cui insegneremo i canti su cui lavoriamo e alcuni semplici elementi come passi di danza e modi di reagire nello spazio, e continueremo a organizzare Incontri Cantati, in cui ogni persona presente diventa protagonista di un fatto d’arte dinamico e accogliente.

L’obbiettivo a lungo termine di questa nostra iniziativa è favorire il crearsi di una corrente, un movimento, un vortice, un flusso di persone che si ritrovino regolarmente per passare del tempo insieme puntando al denominatore comune più alto possibile, e per scoprire quali siano le possibilità e le condizioni di questo stare con gli altri, cantando.

Se siete interessati, se volete che vi facciamo una visita nel luogo dove vi incontrate, o se volete venire a trovarci a Pontedera, o partecipare ai Seminari Liberi o agli Incontri Cantati che terremo e che annunceremo presto, per cortesia scriveteci a openprogram@theworkcenter.org, diteci di voi, fateci sapere.

A incontrarvi presto.

L’Open Program